Ultima modifica: 10 Settembre 2017

Pirandello visita

Immagine di presentazione del titolo

Visita il Plesso di Scuola Secondaria di Primo grado L. Pirandello

Luigi Pirandello

Il Plesso di Scuola Secondaria di Primo Grado è intitolato Luigi Pirandello, drammaturgo e narratore italiano. Nacque ad Agrigento nel 1867 e morì a Roma nel dicembre del 1936. Formatosi nell’ambiente siciliano, frequentò l’Università di Roma e concluse i suoi studi laureandosi a Bonn. Due anni prima della morte gli fu conferito il premio Nobel per la letteratura. Pirandello ricevette grandi accoglienze anche dal pubblico e dai critici stranieri; soprattutto in Germania e in Francia, i suoi drammi furono interpretati dalle maggiori compagnie del tempo.
(Testo e foto liberamente tratti da Liber liber, biblioteca digitale ad accesso gratuito)

La Scuola

La scuola occupa un edificio funzionale di due piani. Di fronte all’ingresso c’è un ampio parcheggio per la sosta delle vetture. Oltre alle aule per la normale attività didattica sono presenti diversi laboratori, due palestre e una biblioteca. Il Plesso ospita gli Uffici di Dirigenza e Segreteria.

Il bacino di utenza

Il bacino di utenza della scuola (la sola Secondaria di Primo Grado a Solaro) è rappresentato dal territorio del comune di Solaro ma ad essa possono accedere gli utenti della frazione Villaggio Brollo – le cui scuole appartengono al medesimo Istituto Comprensivo – come gli utenti della città di Saronno dei comuni limitrofi.

La proposta formativa

La proposta formativa è abbastanza diversificata a seconda dell’ambiente di provenienza e delle aspettative maturate nei confronti della scuola: c’è chi desidera che accanto ad una seria preparazione di base si diano elementi integrativi del curriculum tali da facilitare il proseguo degli studi in indirizzi di un certo impegno; chi ha l’esigenza primaria di avere integrata l’opera educativa di base che i genitori, o non sono in grado o non hanno il tempo di compiere del tutto; chi ha bisogno di recuperare abilità e conoscenze che non è riuscito a sviluppare durante gli anni della Scuola Primaria.

La domanda comune

La domanda comune che si può leggere è quella di garantire ai ragazzi una certa capacità orientativa, una preparazione minima per proseguire gli studi e lo sviluppo non solo delle abilità cognitive ma anche di quelle operative, motorie ed espressive.

Le strutture della scuola e le risorse

  1. 15 aule: spaziose e ben illuminate per le attività didattiche curricolari
  2. Palestra grande: mt 27 X mt 16 attrezzata per il gioco di pallavolo, pallamano e pallacanestro. Attrezzature per attività motorie di base.
  3. Palestra piccola: con pianta a forma di elle questa palestra è attrezzata per il tiro con l’arco, per il calcetto e per attività motorie di base.
  4. Aula Magna: 70 posti a sedere. Utilizzata per riunioni, proiezioni, rappresentazioni dei laboratori teatrali o incontri.
  5. Biblioteca: ampio ambiente con un migliaio di volumi consultabili in loco oppure da portare a casa.
  6. Laboratorio informatico multimediale: composto da 21 postazioni di personal computer collegati in rete locale.
  7. Laboratorio scientifico: aula con strumentazione per esperimenti di fisica e di chimica.
  8. Laboratorio artistico: ampia aula con tavoli di lavoro e forno per la ceramica
  9. Aula di musica: aula dotata di pianoforte digitale, tastiera, chitarra, batteria, strumenti a percussione e leggii
  10. La scuola dispone inoltre di collegamento internet e rete wi-fi.